Blog

Santo Stefano e la festa della sigaretta

Posted by Actaea on March 22, 2019 at 12:35 PM

Grazie al signor Benito Cioppa, siamo venuti a conoscenza di una inusuale tradizione che alcuni nostri compaesani avevano acquisito col passare del tempo. Stiamo parlando della cosiddetta “Festa del fumo” che ogni anno, a partire dal 1988 (circa) veniva organizzata a casa del signor Pellegrino De Feo, e che era occasione per amici e non di trascorrere una serata insieme, ponendosi un obiettivo: smettere di fumare. Come ci ha raccontato il signor Cioppa, il professor Pellegrino De Feo era diventato fumatore incallito da diversi anni, tanto da arrivare a fumare ben tre pacchetti di sigarette al giorno. Così, un po' per invogliare se stesso a smettere e un po' per coinvolgere i suoi amici, decise una volta all’anno, di solito il primo sabato di dicembre, di offrire, a casa sua, una cena, a cui però era invitato solo chi era riuscito a smettere di fumare. Gli inviti venivano fatti tramite degli informatori, tra cui lo stesso Benito, che riportavano al professore De Feo i nomi di chi realmente avesse smesso di fumare, anche se però la regola non sempre valeva per tutti perché c’erano persone che erano l’anima della festa e che quindi non si poteva fare a meno di invitare.

Ovviamente la cena era un qualcosa di molto divertente, si rideva, si scherzava e si leggevano degli incitamenti verso chi era riuscito a resistere alla tentazione delle sigarette. E a quanto pare, questa cena, era davvero terapeutica in quanto tutti prendevano coraggio e decidevano seriamente di smettere di fumare. Quando però accadeva che qualcuno riprendesse il vizio, il professore De Feo non lo invitava più alla cena.




Durante lo svolgimento della serata, il sinor Benito, tra tutti, era solito fare una “ramanzina” salendo su di una sedia e tenendo una grossa sigaretta in mano fabbricata da lui e questo momento scatenava, di solito, l’ilarità di tutti. Per quanto possa sembrare strano organizzare una festa dedicata alla sigaretta, il condividere questo vizio con i propri amici portava in ciascuno una sorta di forza che lo metteva in condizione di provare a resistere alla forte tentazione delle sigarette.

Magari proporre una cosa del genere oggi potrebbe sembrare una cosa un po' insolita ma se i frutti potrebbero essere gli stessi del passato, beh, allora ci converrebbe riorganizzarla.


Articolo originario pubblicato sul numero di Oratoria ottobre 2017 https://onedrive.live.com/?authkey=%21APkjcpctumbllMI&cid=2E19B359081AEEAB&id=2E19B359081AEEAB%21102660&parId=2E19B359081AEEAB%2197636&o=OneUp

Categories: Santo Stefano del Sole

Post a Comment

Oops!

Oops, you forgot something.

Oops!

The words you entered did not match the given text. Please try again.

Already a member? Sign In

0 Comments