Pensiamo Santo Stefano

la rivoluzione nelle idee

Blog

A' vermenara. Sortilegi, misteri e credenze.

Posted by Redazione on October 18, 2017 at 11:00 AM

C’è un velo, che divide il sacro dal profano, la scienza dalla fede. Un velo a volte più spesso a volte più sottile, nelle cui pieghe si annidano spesso credenze popolari fatte di racconti, più o meno veritieri, ma con un unico denominatore comune: il mistero.




In Campania la "vermenara", è diventata una delle pieghe di questo velo. Credenza popolare o meno, si trattava di una vera e propria malattia - il suo nome, infatti, deriva dalla presenza di piccoli vermi, chiamati ossiuri, all'interno dell’intestino - che, fino alla fine del secolo scorso, si combatteva con sortilegi, riti e preghiere. Questo perchè l'epidemia colpiva specialmente i bambini in età scolare appartenenti alle classi meno abbienti.

La credenza popolare, inoltre, associa la Vermenara alla trasformazione materiale di una paura, di un terrore: da qui l'espressione "ha fatto 'a vermenara" per indicare un grande spavento e la conseguente formazione di vermi. Per mandarli via, attraverso le feci, ci pensava l’"incarmatrice" - da cui l'espressione "incarmare i vermi” - una figura a metà tra fede ed esoterismo che, tramite un rituale, tramandato spesso in famiglia, cospargeva la pancia del bambino di olio e aglio e, recitando una serie di formule incomprensibili, cacciava via il male. A completamento dell'operazione, un taglio netto sulla pancia quasi a eliminare i vermi che si erano annidati per colpa dello spavento.

La ritualistica, purtroppo, si è persa nel corso degli anni, ma conserva intatto, ancora oggi, il suo fascino e il suo mistero, custodito gelosamente nelle mani di chi ha ereditato “il potere”

(di Giuseppe Scarica)

fonte : ecamapania.it 

Categories: Irpinia, Santo Stefano del Sole, Varie

Post a Comment

Oops!

Oops, you forgot something.

Oops!

The words you entered did not match the given text. Please try again.

Already a member? Sign In

0 Comments